No, je ne regrette rien

Sono giorni strani questi. La fine forse lo è sempre, strana. E in questi giorni vivo in uno strano limbo sospeso tra l’anno che sta per concludersi e quello nuovo che deve iniziare.

Leggo spesso di tante persone che a fine anno tirano le somme, fanno bilanci ed esaminano quello che è stato. Io sinceramente non l’ho mai fatto, non so, forse non ne ho mai sentito il bisogno. Ma quest’anno è diverso. Non so esattamente cosa ci sia di diverso, ma è così.

E quindi eccomi qui a ripercorrere con la mente questo 2019 che volge al termine. E’ stato un anno difficile, tosto. Tante volte dietro a progetti e colori si sono nascoste lacrime, ansie, paure, rabbia e difficoltà. E’ stato anche un anno pieno di soddisfazioni e sogni realizzati. Ci sono stati buoni progetti. E altri meno. E altri ancora completamente sbagliati. Quando si scivola e si sbatte la testa fa male. Ma poi ci si rialza. E come dico sempre quando insegno, sbagliare è sano e necessario. Perché poi, la volta dopo, sai che quello sbaglio non lo farai più. Perché fa crescere. In tutti i sensi.

Tempo fa c’erano degli amici che mi avevano soprannominata Ienni Capoccia, per la mia naturale predisposizione a prendere capocciate epiche. Tanto per dire, l’ultima volta è successo la sera della vigilia di Natale, contro lo spigolo di un’antina della cucina. Un male che non sto neanche a raccontarvelo. Ma dopo ogni capocciata (e ogni relativo bernoccolo), ci si rialza. Con la testa magari un po’ ammaccata, ma più dura di prima.

Ecco, questo nuovo anno che sta per arrivare lo aspetto con tutte le mie ammaccature, tutti gli sbagli e tutti gli scivoloni fatti nel 2019. Perché, come cantava Edit Piaf “no, je ne regrette rien”.

Tiè, ciàpa su e porta a cà.

Questo è il mio #bestnine2019. Instagram dixit. Mi piace, mi ci ritrovo.

E ci ritrovo voi che mi avete seguito, supportato e sopportato per tutto quest’anno. Grazie per tutte le vostre parole, per tutti i sorrisi e gli abbracci. Non avete idea di quante volte mi avete tenuto a galla. Grazie davvero di cuore.

IMG_0385

E adesso, mio caro 2020, je repars à zéro.

E poi vediamo chi ha la testa più dura. 😎